Procedura aperta per affidamento servizio mensa scolastica e altre utenze comunali per il periodo dal 1^ settembre 2014 al 31 agosto 2018 – CIG 572521440D – CUP B79B14000060004

Esito di gara:
Pubblicato su quotidiano GUCE e GURI, come da normativa vigente

Numero ditte partecipanti: 13

Aggiudicatario:
Sir Srl di Azzano San Paolo con punteggio 77.00
Seconda classificata:
Cirfood s.c. di Reggio Emilia con punteggio 71.04

 

Si informa che in esecuzione della propria determinazione a contrarre n. 302 del 17/04/2014 il Responsabile del Settore Servizi alla Persona, avvisa che è stata indetta una procedura aperta per l’affidamento del servizio mensa scolastica e altre utenze comunali per il periodo 1^ settembre 2014/31 agosto 2018.
La procedura è riservata a ditte e raggruppamenti di imprese di cui all’art. 34 del D.Lgs. 163/2006, in possesso di certificazioni UNI EN ISO 9001 versione 2008 per i servizi di refezione scolastica
Termine ultimo per la presentazione della documentazione richiesta è il 24/05/2014 alle ore 12.00.
Eventuali chiarimenti potranno essere richiesti al RUP Antonella Tunesi Responsabile del settore Servizi alla Persona, per iscritto a mezzo fax al numero 0331306205 o posta elettronica certificata info@pec.comune.magnago.mi.it entro il prossimo 12/05/2014.

 

FAQ – GARA APPALTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA

1. Nel prospetto dell’allegato C indicante “la previsione media pasti giornaliera” per ciò che riguarda la scuola Secondaria di Primo Grado è indicata la frequenza di tutti i giorni della settimana per un numero di 85 pasti, durante il sopralluogo effettuato ci hanno informato che i giorni di mensa sono solo 2 per un numero di pasti di circa 160. Si chiede la verifica e l’eventuale rettifica del dato.

Di seguito il dato corretto: lunedì 212 pasti e mercoledì 213 pasti, attualmente non è previsto il servizio nei restanti giorni.

2. Elenco delle attrezzature installate diviso per plessi/cucina di appartenenza e se tutte sono di proprietà del comune.

Vedi allegato Elenco attrezzature di proprietà comunale


3. Le stoviglie presenti nei vari plessi di distribuzione sono di proprietà del comune e in numero sufficiente per effettuare il servizio?

Si, sono di proprietà comunale ed allo stato attuale sufficienti al bisogno

4. Elenco e numero dei contenitori termici e delle gastronorm e coperchi per la veicolazione e se sono di proprietà del comune
.

Contenitori isotermici con relativi coperchi                                10 Contenitori per plesso scolastico/refettorio

Gastronorm                                                                                        7 Gastronorm per plesso

Contenitori per anziani                                                                   58 Contenitori per pasto anziani

Non sono di proprietà comunale e non verranno acquisiti al patrimonio della stessa al termine del contratto in essere.

5. Si chiede quale sia il prezzo attualmente pagato.

Euro 4,35 + iva 4% (refezione scolastica); euro 5,8055 + iva 10% (pasti anziani)

6. Si chiede di dettagliare quale sia l’importo annuale del canone di manutenzione, assistenza e hosting del sistema informatico Scholl.net (di proprietà del comune) di cui il Gestore si deve fare a carico.

Il costo per la manutenzione di tutto il materiale installato è di euro 350,00 al mese pari quindi a 4200,00 euro all’anno al netto iva 22%.

7. Si chiede di poter ricevere le planimetrie dei centri di cottura e dei plessi di distribuzione possibilmente in formato DWG.

Vedi planimetrie allegate

8. In riferimento al Disciplinare di gara pagg. 5/6 vengono indicate alcune voci contrassegnate con asterisco in merito ai criteri di valutazione dell’offerta tecnica, specificando che “le migliori proposte contrassegnate con asterisco saranno prese in considerazione solo se corredate da idonei documenti giustificativi comprovanti le stesse”: si chiede di sapere se tali giustificativi possano essere prodotti in allegato o debbano essere parte delle 20 pagine di progetto.

Sono prodotti quali “allegati “ e non rientrano nel computo delle venti pagine di progetto così come indicato a pag. 13 del Disciplinare di gara.

9. In riferimento alla pagina 13 del Disciplinare di gara, al punto “Contenuto della busta b Offerta Tecnica” viene richiesto di allegare le schede tecniche dei prodotti DOP e IGP. Non essendo oggetto di valutazione, ma essendo solo oggetto di valutazione i prodotti a km 0 e del mercato equo solidale, si richiede di sapere se trattasi di refuso.

No, trattasi invece di documentazione atta ad assicurare alla stazione appaltante l’avvenuta valutazione dell’obbligo di cui all’art. 3.1.9 del capitolato e quindi considerato nella formulazione del prezzo offerto. Le tipologie evidenziate dei singoli prodotti comunque non concorrono a formulare giudizi di valutazione e merito.

10. In riferimento agli artt. n. 3.1.1. e 9 del Capitolato, si richiede di sapere quale sia la corretta quota forfetizzata da girare alla Vostra Amministrazione per ogni anno dell’appalto per il consumo delle utenze.

Vedi errata corrige pubblicata in data 6.5.2014 sul sito comunale.

11. Si richiede una copia di un rientro pasti di un mese campione (ad esempio Ottobre2013/Marzo 2014).

Numero “rientro” pasti, da intendersi per “rientro” quelli effettivamente fatturati:

Ottobre 2013

Scuola infanzia_ 1885 (+ 103 insegnanti)

Scuole primarie Bienate/Magnago_ 8014 (+456 insegnanti)

Scuola secondaria_ 1300 (+85 insegnanti)

Pasti anziani_ 316

Marzo 2014

Scuola infanzia_ 1695 (+81 insegnanti)

Scuole primarie Bienate/Magnago_ 6708 (+398 insegnanti)

Scuola secondaria_ 1247 (+78 insegnanti)

Pasti anziani_ 289

12. In riferimento all’art. n. 3.1.4 si richiede di sapere in quali scuole attualmente venga consumata la frutta come merenda di metà mattino.

Scuola dell’Infanzia, Primaria Bienate e Magnago

13. In riferimento all’art. 9 del Capitolato si richiede di sapere a quanto ammontano le spese per il ritiro di smaltimento dei rifiuti solidi urbani (tasse e imposte in vigore inclusi) che saranno a carico dell’impresa aggiudicatrice. 

Attualmente l’importo di riferimento TARES 2013 è pari a euro 3.135,20; con introduzione della TARI 2014 (ancora in fase di definizione per la stazione appaltante), saranno possibili modifiche e variazioni all’importo, come sopra indicato

14. In riferimento a quanto indicato nell’art. 25 del capitolato si richiede di sapere se ad oggi vengono prodotti pasti per altri utenti.

No allo stato attuale.

15. In considerazione del fatto che il sopralluogo è stato fissato per il giorno 14 Maggio ma che il termine ultimo per l’invio dei chiarimenti è il 12 Maggio come indicato nei documenti di gara, si richiede di sapere se, dopo aver fatto il sopralluogo ci fossero ulteriori quesiti, è possibile comunque inviarli.

No

16. Si richiede di sapere se i contenitori termici attualmente utilizzati siano di proprietà della Vostra Amministrazione o dell’attuale gestore. Si richiede inoltre di sapere se all’interno delle strutture ci siano attrezzature o beni di proprietà dell’attuale gestore.

Ad integrazione di quanto indicato ai precedenti quesiti 2 e 4, si significa che non risultano presenti in struttura altre attrezzature o beni indispensabili al servizio di proprietà dell’attuale gestore ad eccezione di quelli in uso per trasportato (automezzi e materiale relativo) e di supporto(informatico/telefonico) che risultano di proprietà dell’attuale gestore.

17. Si richiede conferma che la composizione della giornata alimentare per gli utenti della Scuola dell’Infanzia preveda le merende pomeridiane per tutti gli utenti. Si richiede altresì se le merende pomeridiane per i soli utenti del servizio post-scuola (c/o Scuola dell’Infanzia), siano aggiuntive rispetto alle eventuali facenti parte della giornata alimentare. Si richiede il numero giornaliero delle merende distribuite agli utenti del post-scuola.

La merenda è prevista solo per gli utenti iscritti al servizio post-scuola Infanzia. Attualmente le merende sono mediamente 15 pro die e da ritenersi, quindi, aggiuntive al pasto principale.

18. Si richiede se nella somma forfetizzata di euro 14.500 si intenda compresa anche la tassa per lo smaltimento dei rifiuti. In caso contrario si richiede a quanto ammonti tale cifra per l’anno 2013-2014.

No, vedasi il quesito 13

19. In riferimento a quanto descritto a pag. 6 del Disciplinare di gara relativamente a (cfr. ..Le migliori proposte contrassegnate con * saranno prese in considerazione solo se corredate di idonei documenti giustificativi comprovanti le stesse (es. organico, fornitori servizi implementativi già operanti o contattati, proposte di fornitura senza indicazioni di importi economici, progetti, etc…)), siamo a richiedere SE E COME i documenti giustificativi concorrano alla valutazione di quanto descritto ai rispettivi capitoli presenti nelle cartelle della relazione tecnica e se gli stessi siano oggetto di attribuzione al punteggio.

Si rinvia ai quesiti 8 e 9 ed a quanto espressamente previsto dal Disciplinare di gara per la voce “Qualità e merito tecnico”

20. Si richiede se attualmente nei centri di cottura vengano prodotti dei pasti destinati ad utenze esterne non ricomprese nel contratto in essere (in aggiunta quindi ai pasti destinati agli utenti della Scuola dell’Infanzia Parrocchiale).

Vedi quesito 14

21. Si richiede se le attrezzature attualmente presenti siano tutte di proprietà dell’Amministrazione Comunale. In caso alcune di esse fossero dell’attuale gestore, si richiede di specificare le stesse. Si richiede inoltre, se le eventuali attrezzature di proprietà del gestore, diventino di proprietà dell’amministrazione al termine dell’attuale contratto
.

Sono di proprietà comunale solo quelle indicate nell’allegato di cui al quesito 2. Per implementazione del materiale futuro vedasi Capitolato e Disciplinare di gara. Per completezza si fa rinvio a quanto espresso al quesito 16

22. Richiede il seguente chiarimento: la scrivente ha eseguito un servizio analogo a quello del presente appalto avente una media annuale pasti prodotti pari a 30.000. Nel Disciplinare di gara si cita testualmente “..aver svolto, nell’ultimo triennio, servizi analoghi a quelli del presente appalto, di cui almeno uno avente come media annuale dei pasti prodotti e serviti pari a meno di 80.000”; essendo previsto l’istituto dell’avvalimento e potendo usufruire dei requisiti di una azienda facente parte del nostro stesso gruppo. Si richiede se è possibile avvalersi in modo parziale (50.000) pasti annui, per raggiungere la quota di partecipazione annua pari a 80.000.

L’avvalimento per il requisito di cui al punto 5 della capacità tecnica, è consentito per l’intera consistenza del requisito o per una quota parte dello stesso. Resta ferma l’applicazione dell’art. 49 co. 2 del d.lgs. 163/2006 circa la produzione documentale necessaria.

23. In merito ai requisiti di capacità economica e tecnica del Capitolato in oggetto, relativamente al punto 5 (aver svolto nell’ultimo triennio servizi analoghi a quelli del presente appalto di cui almeno uno avente come media annuale dei pasti prodotti e serviti pari a almeno ad n. 80.000) si richiede se il servizio di ristorazione scolastica c/o opere universitarie soddisfa il requisito.

Avendo richiesto in atti per la dimostrazione del possesso dei requisiti tecnici, che il corrente abbia “.. svolto, nell’ultimo triennio, servizi analoghi a quelli del presente appalto, …”, si è certamente inteso aprire a tutti quei concorrenti che abbiamo avuto esperienze analoghe nel campo della refezione e perciò ammissibile la partecipazione di colui il quale abbia avuto idonea esperienza anche nel campo dei servizi di ristorazione scolastica c/o opere universitarie.

24. Nel prospetto media pasti giornaliera allegato C si legge che alla scuola secondaria mangiano 85 alunni 5 volte a settimana ma durante il sopralluogo è emerso che le scuole secondarie si recano in mensa il lunedì e mercoledì. Come si devono intendere i numeri dei pasti giornalieri?

Vedi il quesito 1 

25. Si chiede se a pagg.5/6 del Disciplinare di gara relativamente ai punteggi attribuiti alla migliore su un totale di 30 punti, si debba considerare valida la seguente ripartizione: 20 punti per sostituzione attrezzature nel centro di cottura; 10 punti implementazione attrezzature refettori; 5 servizio rette. In quanto il totale del punteggio è pari a 35 punti invece che 30, chiediamo eventualmente di indicare la corretta ripartizione dei punteggi sui criteri di valutazione.

Si, in apertura al capoverso manca, per mero errore, l’indicatore del numero e la parentesi – 4) anteposto al titolo – migliorie proposte servizio rette ( punteggio fino a 5 punti massimi così suddivisi: omissis

26. A pagg. 4/5 del C.S.A. vengono menzionati 2 importi, euro 12.200+14.500, inerenti degli importi forfetizzati da corrispondere ogni anno a titolo di rimborso spese utenze ed utilizzo centri di cottura. Sono da considerare entrambi (ovvero 12.200+14.500) o si tratta delle stesse spase riportate con un refuso di stampa?

Trattasi di mero refuso. Trattandosi di appalto di servizi infatti non sono previsti canoni per uso di spazi etc.. è invece, tra gli altri previsto fra gli obblighi della ditta aggiudicataria il riconoscimento di un rimborso spese per utenze forfetizzato per ogni anno di vigenza contrattuale pari ad euro 14.500. Vedi errata corrige presente sul sito

27. A pagina 13 del disciplinare di gara si fa riferimento alla possibilità di inserire all’interno della busta denominata “Documentazione amministrativa di ammissione alla gara” copia delle relazioni di revisione comprovanti il possesso dei requisiti di adeguata capacità tecnica richiesti a pag. 4 al punto “requisiti di capacità economico – finanziaria e tecnica” e si specifica che la mancanza di tale documentazione non è motivo di esclusione. A pagina 12 del disciplinare di gara si menziona tra le cause di esclusione la mancanza della documentazione di cui al punto “requisiti di capacità economico – finanziaria e tecnica” del disciplinare di gara. Con la presente si richiede conferma relativamente a quanto indicato pag 13 del disciplinare e quindi che la mancanza della documentazione di comprova del possesso dei requisiti di adeguata capacità tecnica non costituisce motivo di esclusione e che risulta sufficiente dichiarare il possesso di suddetti requisiti.

La risposta al quesito è affermativa. L’invito a produrre in busta separata la documentazione di cui alla pag 13 del disciplinare di gara è auspicata al fine di agevolare le azioni di controllo di cui al citato art.lo 48 c.1 D.lgs 163: come espressamente indicato nel disciplinare la mancata produzione della stessa non da luogo ad esclusione.
Alla precedente pagina dodici per documentazione è da intendersi la presenza nella documentazione di gara delle dichiarazioni relative al possesso requisiti di capacità economico – finanziaria e tecnica” così come per altro indicato nel facsimile preferito ove la voce documentazione allegata è preceduta da … facoltativo …….

28. Si richiede l’elenco del personale attualmente impiegato per lo svolgimento del servizio, con indicazione delle mansioni, livello contrattuale, monte ore ed eventuali scatti di anzianità previsti

Tale elenco è pubblicato quale allegato “L” al Capitolato Speciale d’Appalto e disponibile sul sito comunale dal 23/04/2014.

29. Art. 1 del Capitolato, “l’appalto prevede la gestione a cura dell’appaltatore della rilevazione fisica delle presenze”. E’ attualmente attivo questo servizio?

Si, vedasi anche punto 3.1.5 del Capitolato Speciale d’Appalto

30. Le attrezzature visionate durante il sopralluogo in tutti i plessi, sono TUTTE di proprietà del Comune?

Si rimanda al quesito 2 

31. Art. 1.1 si richiedono indicazioni sui pasti effettivi che attualmente vengono erogati presso la Scuola dell’Infanzia Parrocchiale. Quanti sono i pasti forniti? Se il servizio attualmente non è attivo, si richiede quanti sono gli iscritti attuali.

Il servizio è attivo con una media di 80 pasti/pro die

32. Pagina 8 punto 3.1.4. Si richiede che l’appaltatore provveda a consegnare la frutta o il dessert entro le ore 10:00. Questo servizio è attualmente attivo?

Si il servizio oggetto del quesito è attivo

33. Pagina 5 punto 3. Indicare i punteggi per le migliorie relative alle attrezzature, da 0 a 20 punti, da 0 a 10 punti. Chiediamo se vengono valutate anche le migliorie offerte di carattere strutturale o valutate solo le migliorie offerte di carattere strutturale.

Per tale quesito si rinvia a pagina 6 del Disciplinare di Gara

34. Attualmente quanti automezzi vengono utilizzati?

Attualmente sono in uso 2 automezzi

35. Art. 9 pagina 26 Obblighi dell’appaltatore. Le spese di ritiro e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, sono a carico della ditta aggiudicataria, incluso ogni altro onere derivante (tassa di imposta in vigore inclusa). Si richiede a quanto ammonta questa tassa per tutti i plessi.

Si rinvia al quesito 13

36. Al punto 2 “Qualità e Merito Tecnico” pagina 5 si richiedono le certificazioni dei fornitori. Che cosa si intende? Si richiede di specificare questo punto, che cosa richiedete esattamente.

La risposta al presente quesito è insita nel punto 2 richiamato, stante l’esplicita volontà della Stazione Appaltante di poter accertare in sede di gara la concretezza e fattibilità di quanto proposto in offerta

37. Come allegati si possono inserire solo le schede tecniche dei prodotti DOP o IGP, oppure si possono inserire altri allegati come ad esempio le schede tecniche di tutte le attrezzature offerte

Si rimanda al Disciplinare, pagina 6.

  • Documenti
Nome File Dimensione
Contratto REP. 1507 50 KB
Avviso 61 KB
Bando 91 KB
Disciplinare 221 KB
fac simile domanda di partecipazione 54 KB
fac simile offerta economica 42 KB
dichiarazione per rilascio DURC 13 KB
Capitolato speciale d'appalto 307 KB
ERRATA CORRIGE al Capitolato Speciale d'Appalto 69 KB
allegato A - elenco utenze e modalità servizio 13 KB
allegato B - calendario servizio 6 KB
allegato C - numero pasti 2014 11 KB
allegato D - menù e tabelle dietetiche 124 KB
allegato E - variazioni peso degli alimenti con cottura 25 KB
allegato F - tabelle merceologiche 418 KB
allegato G - standard qualitativi 11 KB
allegato H - operazioni di pulizia 15 KB
allegato I - DUVRI 109 KB
allegato L - Elenco personale in servizio 29 KB
allegato M - Elenco vie pasti a domicilio 8 KB
Elementari Bienate 238 KB
Elementari Bienate (dwg) 272 KB
Elementari Magnago 236 KB
Elementari Magnago (dwg) 163 KB
Scuola Materna 157 KB
Scuola Materna (dwg) 262 KB
Scuole Medie 264 KB
Scuole Medie (dwg) 254 KB