Spostamenti all’interno del territorio comunale di Magnago

Spostamenti all’interno del territorio comunale di Magnago in attuazione del DPCM e delle Ordinanze Regionali

La Polizia locale di Magnago invita la cittadinanza a limitare i propri spostamenti!

Come definito negli ultimi provvedimenti approvati :

  • È vietato ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dal territorio regionale, nonché all’interno del medesimo territorio, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute. È consentito il rientro presso il proprio domicilio o residenza. Non è consentito lo spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.
  • Sono vietati gli assembramenti di più di 2 persone nei luoghi pubblici. Deve comunque essere garantita la distanza di sicurezza dalle altre persone. La polizia e altri organi di esecuzione autorizzati provvedono a far rispettare tale disposizione nello spazio pubblico. Ai contravventori sarà comminata una sanzione amministrativa di euro 5.000,00.
  • Non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto; Sono altresì vietati lo sport e le attività motorie svolte all’aperto, anche singolarmente, se non nei pressi delle proprie abitazioni. Nel caso di uscita con l’animale di compagnia per le sue necessità
    fisiologiche, la persona è obbligata a rimanere nelle immediate vicinanze della residenza o domicilio e comunque a distanza non superiore a 200 metri, con obbligo di documentazione agli organi di controllo del luogo di residenza o domicilio.

La Polizia locale di Magnago rammenta alla cittadinanza che gli spostamenti all’interno del territorio comunale compreso il centro urbano devono essere limitati ai soli casi previsti dal Decreto in vigore.

I soggetti residenti e non nel territorio comunale di Magnago, sono invitati a spostarsi da casa solo per motivi di lavoro, di salute o comprovate necessità, cui non si possa derogare in altra forma, quali possono essere gli approvvigionamenti essenziali.

Si rammenta altresì che sono in essere posti di controllo stradali e gli operatori di polizia locale e statali preposti al controllo procederanno a far compilare un’apposita autodichiarazione sulle motivazioni che inducono allo spostamento del soggetto fermato.

Si rappresenta che le dichiarazioni rese verranno verificate e si procederà con deferimento all’Autorità Giudiziaria nei confronti dei soggetti che avranno reso dichiarazioni mendaci a Pubblico Ufficiale ai sensi dell’art. 495 del Codice Penale, in aggiunta al reato di cui all’art. 650 C.P., salvo che il fatto non costituiscano più grave reato, come già previsto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Le persone hanno l’obbligo di limitare i propri spostamenti, siano essi a piedi o con mezzi di locomozione. Sono vietati su tutto il Territorio Nazionale gli assembramenti di persone nei luoghi pubblici ed aperti al pubblico.

In violazione di quanto descritto le forze di polizia procederanno a denunciare gli inadempienti.

Nuovo modello autodichiarazione 26.03.2020

Si informa inoltre la cittadinanza che i cimiteri e i parchi comunali saranno chiusi al pubblico fino a nuove disposizioni.

Come previsto dal DPCM 8 marzo 2020 SONO VIETATI GLI ASSEMBRAMENTI anche in luoghi aperti.

Sul sito del Governo è in corso di aggiornamento la Pagina con la risposta alle FAQ di Comuni, cittadini e imprese in merito alle nuove regole per il contenimento della diffusione del virus COVID-19.

http://www.governo.it/it/faq-iorestoacasa