Verde o rosso? Un’app per la lotta allo spreco alimentare

 

Un nuovo progetto sperimentale ha visto protagonisti i nostri studenti delle due scuole primarie di Magnago e Bienate. Il progetto dal titolo Verde o rosso? Un’app per la lotta allo spreco è stato proposto da SIR, l’azienda che si occupa del servizio mensa dei nostri istituti.

Nelle giornate di lunedì 13, martedì 14 e mercoledì 15 novembre 2023 presso le nostre scuole primarie si è svolta la rilevazione degli scarti alimentari da parte del personale SIR. Le addette mensa hanno pesato gli avanzi degli alunni per ciascuna classe dell’Istituto dividendoli anche per pietanza (primo, secondo, contorno). Il progetto includeva successivamente un questionario di soddisfazione sui piatti ricevuti nella giornata, somministrato direttamente ai bambini attraverso un’app creata appositamente da SIR.

Successivamente, durante la commissione mensa del mese di febbraio sono stati mostrati ai commissari in maniera dettagliata ed esaustiva tutti i dati raccolti. L’integrazione della nuova APP SIR ha avuto lo scopo di confermare i risultati della rilevazione degli scarti, promuovendo la lotta allo spreco e responsabilizzando i più piccoli sulla questione.

Le classi “più sostenibili”, ovvero che hanno prodotto il minor peso di scarti, sono risultate essere le classi 5 della scuola primaria di Bienate: per questo sono state premiate con un attestato e una scatola dei pennarelli.

Questo il commento dell’Assessore all’Istruzione e alla Cultura Federica Berlanda: “Ringrazio SIR per l’interessante proposta e per l’attenzione che ha mostrato a questo progetto, che ci ha permesso di sensibilizzare i nostri studenti su un argomento che, come ci ricorda l’Agenda 2030, è di estrema attualità. Il progetto è stato anche un’occasione per monitorare il gradimento e le preferenze dei nostri bambini, nonché per controllare un servizio a cui dedichiamo tanta attenzione. Ringrazio quindi i commissari, gli insegnanti, i genitori e la responsabile del settore Antonella Tunesi che fanno parte della Commissione mensa e che quasi ogni mese si ritrovano con me per discutere di questo servizio, sempre disponibili e pronti al dialogo”.